ShoesIdeas.. il blog

Tutti i contenuti di questo sito, in ordine cronologico / All the articles, ordered by date

gio

25

lug

2013

Scarpe da mangiare non solo con gli occhi

Vi ricordate quella famosa scena di Charlie Chaplin? Ma si, quella dove Charlot si mangia gli stivali? Un classico. Secondo un vecchio aneddoto Mr Chaplin era talmente perfezionista che quella scena fu girata tante, troppe volte: i due protagonisti cominciarono a non sopportare più la vista e l'odore della liquirizia (di tale materiale era fatto lo scaporne in questione).

leggi di più 1 Commenti

mar

04

giu

2013

Scarpe che non sono scarpe

leggi di più 0 Commenti

lun

22

apr

2013

Verde, fresca e primaverile: la scarpazza del.. hum, lunedì

Shoes for elves
Scarpe per elfi
leggi di più 0 Commenti

ven

22

feb

2013

COSA HO VISTO A: ANTEPRIMA, DI MILANO UNICA.

leggi di più 0 Commenti

mer

06

feb

2013

PANTONE, i colori di questa primavera 2013

leggi di più 0 Commenti

mer

06

feb

2013

Fiera MILANOUNICA

logo fair
logo manifestazione

Oggi inizia la fiera  MILANO UNICA, una fiera che come stilista in calzature bisogna tenere d'occhio anche se non tratta espressamente di scarpe&disntorni.

Come si descrive il sito ufficiale stesso, "Milano Unica, la manifestazione tessile internazionale organizzata in Italia, è nata dall’esperienza, dalla qualità e dalla tradizione di quattro marchi della rappresentanza fieristica tessile italiana, Ideabiella, Ideacomo, Moda In, Shirt Avenue."

Insomma è una fiera dedicata all'abbigliamento.

Perchè noi "scarpari" siamo abituati a tenerla d'occhio? Ma perchè ha un'area MOLTO MOLTO INTERESSANTE dedicata alle nuove tendenze, una zona chiamat semplicemente ANTEPRIMA e  che parla di colori, tessuti ed accessori in genere che andranno di moda nei prossimi mesi.

Ci andrò questo venerdì, ultimo giorno, per fare incetta di campioni tessili ed appunti (è vietato scattare fotografie.. a meno che tu non abbia un permesso stampa. Credete che come gestrice di blog potrei avere qualche possibilità di farmi passare come giornalista? No? Lo sospettavo anche io).

Vi terrò aggiornati sulle novità!

leggi di più 0 Commenti

ven

01

feb

2013

La scarpazza del venerdì: indovinate di che si tratta?

A true Car-shoe.. literally.
una vera car-shoe.. letteralmente.
leggi di più 0 Commenti

ven

25

gen

2013

La scarpazza del venerdì: gioco di specchi

This is not a mirage or an illusion!
Non è un riflesso, un miraggio od un'illusione!
leggi di più 0 Commenti

gio

10

gen

2013

Perchè le scarpe costano così care?

Per iniziare il nuovo anno, ecco un'articolo dal tono un po' più serio dal tema: "Perchè le scarpe costano così care"? Non è una risposta così facile da dare, ma tenterò.

Tutti quanti noi, di fronte a certi prezzi, ci chiediamo: "Ma di cosa sono fatte? D'oro?" e non riusciamo a capire perchè dovremmo sborsare 600, 700 euro e più per un paio di stivaletti.

Una scarpa è fatta di tanti materiali (avete un paio di vecchie sneaker? provate a smontarle e contate i pezzi e gli strati che la compongono: minimo sono dodici pezzi, più lacci ed occhielli) e per venire realizzata, a partire da un'idea su carta, deve passare attraverso un discreto numero di stabilimenti: formifici, suolifici, giunterie, fabbriche di montaggio, etc etc. insomma, tanta manodopera. Per ammortizzare i costi alcuni calzaturifici puntano sulla quantità invece che la qualità, sul recupero di materiali di seconda scelta, sull'investimento di manodopera all'estero etc, ma la verità è che una scarpa di livello medio-alto, una volta uscita dalla fabbrica, costa sulle 30 euro. Molto spesso anche di più.

Una volta avuto il prodotto comincia la trafila dei venditori.. a causa della crisi molti produttori di calzature provano a battere strade alternative, saltando qualche passaggio (vendita diretta, per esempio), ma la verità è che la maggior parte dei prodotti passa da 1) rappresentanti che la propongono a 2) grossisti che li ripopongono a 3) catene di negozi che a sua volta li vendono a 4) singole strutture che poi li rivendono al cliente finale. Ciascun passaggio aumenta il costo finale della scarpa.. i rappresentanti vengono pagati a commissione dal produttore, ma da quel momento in poi la scarpa viene ricoprata e venduta almeno 3-4 volte. Ognuno vuole ricavarci guadagno (ovviamente e giustamente) e quindi il prezzo lievita.

Se dall'uscita della fabbrica la scarpa costava 15/ 30 euro una volta nel negozio costa 60/100 euro. Colpa del capitalismo? Ragazzi, ciascun professionista deve mangiare, risparmiare per il futuro e pagare le tasse: non ci sono colpe.. è solo il libero mercato.

 

Non ho finito.. una scarpa dignitosa, creata interamente in italia, senza infamia e senza lode arriva a costare.. mhà, diciamo, sulle 99 euro. Perchè esistono scarpe che apparentemente sono simili ma costano 4 volte tanto?

Ora andiamo sul filosofico: paradossalmente alcune scarpe costano di più perchè c'è gente disposta a pagarle di più.

Sorpresi? Ma non c'è niente di strano in questo: è un concetto che si applica ad un sacco di prodotti, non solo le scarpe.

Per molte persone (che non sono affatto sciocche, viziate o che hanno soldi da buttare via..  anzi, sono persone assolutamente normali) non è sufficente comprare una buona scarpa e via. Vogliono comprare un'ottima scarpa, una scarpa che vale, una scarpa adeguata al loro livello sociale e chi più ne ha più ne metta. Insomma voglio una scarpa che abbia qualcosa in "più" rispetto alle scarpe normali.

Tuttavia non solo non sanno distinguere una buona scarpa da una mediocre (non c'è niente di male, nessuno nasce con la conoscenza universale delle scarpe) ma non hanno idea di cosa sia questo "più" che sentono di avere il bisogno. L'unico modo che hanno per quantificare la "specialità" della scarpa è il suo costo: ho due stivaletti: uno costa 100 l'altro 350 euro. Quello da 350 euro vale di più? E' migliore? Non lo so, ma se costa di più deve esserci una ragione e quindi se lo compro sono sicuro/a di comprare un prodotto con qualcosa di "più".

Troppo semplice?

Si, ho esemplificato il concetto al massimo, ma il succo non cambia. Preferisci Arm*ni a Mell*so? Come fai a distinguerle? Bè, certo, c'è un lavoro di design e scelta di stile a monte del prodotto molto diverso uno dall'altro, ma alla fine "Arm*ni" evoca una certa idea (lusso, sofisticazione, qualità, alta moda) e "Mell*so" un'altra (comodità, sobrietà, resistenza, uso quitidiano). Uno si rivolge ad una categoria di persone che cercano determinato pregi e l'altro ad un'altra. Un Arm*ni che costa come una Mell*so solleverebbe un sacco di sopraccigli: come mai costa così poco? E' un modello vecchio? Ha qualche difetto? E' un'occasione od una fregatura? Vuoi vedere che è un falso? Viceversa una Mell*so che costa quanto un'Arm*ni..bè, è facile immaginare cosa penseresti: ma sono pazzi questi? Ma chi vuoi che se li metta? Minimo deve durarmi per il resto della vita per quella cifra..

Alla fine se sei un tipo alla Arm*ni non ti importerà di spendere quanto richiesto da Arm*ni.. o meglio, ti sembrerà di aver speso tanto ma di avere il prodotto giusto. Se sei un tipo alla Mell*so, idem.

 

Per costruirsi un immagine le grandi firme (ma tutti i marchi, non solo quelli importanti & famosi) devono lavorare di design e pubblicità. E' un lavoro lento e costoso, ma necessario se si vuole passare da produttori di ciabatte a signori della moda.

 

 

leggi di più 0 Commenti

lun

29

ott

2012

Carrellata di scarpe per Halloween

leggi di più 0 Commenti

lun

29

ott

2012

1050 denti sulla suola..

predator thoot shoe
predator tooth shoe
leggi di più 0 Commenti

ven

12

ott

2012

Cambio di nome per il sito

"Shoesideas", anche se rimarrà nel dominio come parte dell'indirizzo web, ci lascia!

Al suo posto, arriva "Extravagant Wardrobe", un titolo che forse si addice di più ai contrnuti del sito, con le sue scarpazze e le sua notizie curiose.

Testi ed immagini non cambieranno, anche se ci potrebbero essere dei futuri aggiornamenti, specialmente nella grafica.

Spero che il cambiamento non destabilizzi troppo chi già mi segue e che porti tanti nuovi lettori! Alla prossima!

leggi di più 0 Commenti

ven

12

ott

2012

Beautiful & scary

beautiful scary
Beautiful scary
leggi di più 0 Commenti

ven

05

ott

2012

La scarpazza del venerdi, parte seconda: il vaso di fiori

A shoe or a vase for flower?
Una scarpa od un vaso da fiori?
leggi di più 0 Commenti

ven

05

ott

2012

La scarpazza del venerdì: la scarpa col gps

shoes with gps
Le scarpe col Gps
leggi di più 0 Commenti

ven

21

set

2012

La scarpa col tacco a forma di scarpa

double shoe heel!
doppia scarpa!
leggi di più 0 Commenti

lun

17

set

2012

Non tutto ciò che faccio ha un senso..

leggi di più 0 Commenti

lun

27

ago

2012

Egizi, greci e romani.. parliamo di piedi

leggi di più 0 Commenti

ven

24

ago

2012

L'arte di arrangiarsi

Slippers for a summer day
Ecco un paio di "scarpe" che non passano di certo inosservate.. e tutti noi possiamo averne un paio!
leggi di più 0 Commenti

ven

20

lug

2012

Uno stivaletto dal brutto temperamento

stivaletto con parolaccia / ankle boot with naughty word
Lo stivaletto del f**titi / The F**k you ankle boot!
leggi di più 1 Commenti